Un "tranquillo" pomeriggio di compiti 🤔

UN "TRANQUILLO" POMERIGGIO DI COMPITI  🤔

Giornalmente, dopo pranzo, guardo il diario di mio figlio e preparo il programma per il pomeriggio.

Prendiamo una giornata tipo:
Dunque, Matematica, ok.. i numeri primi, li ha capiti bene, quindi può fare gli esercizi da solo, in autonomia. Ah guarda, c’è anche un PROBLEMA da svolgere. Lo leggo, mi sembra semplice, c’è pure l’immagine di un vassoio pieno di pasticcini, quindi ok perfetto, la visualizzazione sicuramente lo aiuta, può fare anche questo in autonomia. Calcolo che mezz’ora per Matematica può essere più che sufficiente.
Procedo a valutare gli altri compiti: alcuni potrà farli da solo, altri dovrò affiancarlo. Come al solito vedo che il pomeriggio è bello intenso.
Bene, sono le 15:00. Lo convinco a fatica a lasciare i suoi giochi e a venire al tavolo. Si inizia !

Resto in cucina con lui perché ho da lavorare a PC, così ogni tanto controllo che non parta per la tangente, per il suo mondo.
Davide fa i primi esercizi di Mate velocemente, quindi posso constatare soddisfatta che l’argomento gli è chiaro.
Ma poi arriva il problema da svolgere: SEMPLICE (pensavo io!)
Nel disegno ci sono 11 pasticcini su un vassoio: “Maria invita le sue amiche a una festa, ognuna potrà mangiare lo stesso numero di pasticcini. Quante amiche ha invitato Maria?” Beh facile, 11.
Ma Davide si blocca. Lo vedo perso nei suoi pensieri.

Mi avvicino, gli chiedo se ha bisogno e lui mi dice: Ma se sono in 12 e una non mangia il pasticcino?
IO: Davide è un problema di Matematica, serve a esercitare i numeri primi.

D: 🤔 ...
IO: Puoi andare avanti e scrivere il risultato?

D: Ma se uno NON VUOLE MANGIARE il pasticcino?
IO: Ma non è per davvero..! 🙄 Facciamo che le amiche di Maria mangiano tutte i pasticcini ! Va bene?

D: Ma se a una non piacciono??
IO: Allora, facciamo che Maria ha chiesto ad ogni sua amica quali pasticcini preferisce e quindi ha comprato proprio quelli che a loro piacciono!

D: 🤔 ...
IO: Quindi ora POSSIAMO andare avanti !!?? 😬
D: 🤔 ...
IO guardo l’orologio e aspetto.. e niente.. 😬😬

Ora c’è da dire che a Davide non piacciono i pasticcini, lui invece adora i Pavesini. Allora, cercando di mantenere la pazienza, dico: Davide ascolta, facciamo finta che sul vassoio non ci siano solo pasticcini, ma anche i Pavesini. In totale sono 11 cibi. Quindi quante amiche invita Maria???

D: 🤔 ...
IO guardo l’orologio e vedo che il tempo passa veloce. IO: Andiamo avanti? 😬😬

D: Ma quindi uno è OBBLIGATO A MANGIARE I PASTICCINI ???

IO: Davide! 😤 E’ un esercizio di Matematica! Non ci interessa sapere veramente cosa fanno le amiche di Maria!! Possiamo andare avanti a svolgere l’esercizio adesso ????

D: MA IO DEVO SAPERE !!!
IO: 😤Noo, adesso finiamo matematica e poi ne parliamo !!!😤

Ecco, mi sono arrabbiata. Il mio programma pomeridiano sta saltando, c’è ancora una marea di compiti da fare e noi siamo qui a pensare a Maria e ai pasticcini.
Lui si accorge subito del mio cambio di voce, del mio sguardo teso..
Si alza, viene da me, mi dà un bacino 😘 sulla guancia e mi dice: Mamma, ma perché sei arrabbiata? Io devo sapere.

Ecco!
Lui fa così per farmi passare l’arrabbiatura. Lo sa che basta un bacio o una carezza e io mi sciolgo subito. Lo abbraccio.
Mi rendo conto che solo IO sto facendo Matematica, ma LUI no.. lui sta cercando di capire come gira il mondo. Gli argomenti sui libri sono solo uno spunto, un punto di partenza per cercare di capire meglio quello che lo circonda. Lo so, sono io che sbaglio, che con la mia mente non-autistica penso che fare i compiti di matematica sia solo parlare di numeri o fare dei calcoli.

Guardo l’orologio e mi accorgo che non finiremo mai Matematica nei 30 minuti previsti, ma non importa.

E così chiacchieriamo di questa ipotetica Maria, della sua festa, del fatto che non si è obbligati a mangiare le paste o altro ad un compleanno e che lei può invitare chi vuole, sia quelli che mangiano sia quelli non mangiano. L’importante è stare insieme alle amiche o agli amici.
Quando finalmente è tranquillo e sazio di risposte, torniamo al nostro esercizio di Mate. Gli dico che sul vassoio ci sono 11 giochini o 11 oggetti, che Maria ha comprato per le sue amiche. A quel punto la risposta arriva subito finalmente andiamo avanti.
🙃😉🙂

[Eleonora Redaelli]


Qui metto alcuni link al mio sito.
Alcuni problemi su addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni, molto semplici e visualizzati, per divertirsi un po’ facendo Mate: https://www.aba-work.com/.../euro---la-spesa---problemi.aspx
https://www.aba-work.com/.../problemi-addizioni...
https://www.aba-work.com/.../problemi-moltiplicazioni...

Ti piace questo sito? Lo trovi utile?

Lascia la tua recensione, grazie
Apri Esci